EXPERIENCE

9 novembre 2018

LinguaLooonga

COS'È:

Il primo gioco social-turistico-letterario che racconta i luoghi simbolo delle città con parole sempre nuove; un’idea di Ideeuropee!

TARGET:

Chiunque può partecipare a LinguaLooonga, bastano un profilo social, scarpe comode e cervello acceso!

OBIETTIVO:

Valorizzare il grande patrimonio della lingua italiana, diffondendola attraverso i social network.

Conoscere e far conoscere i luoghi più belli di una città, anche quelli meno noti.

Divertirsi insieme!

LA NOSTRA IDEA:

L’idea di partenza è che il mondo non è solo “strabello”, termine che piace tanto agli adolescenti di oggi, ci sono tanti altri aggettivi per descriverlo.  La lingua italiana si sta impoverendo, sui social e non solo, sostituita da un linguaggio sempre più conciso, dagli emoticons o dalle immagini. Chi lavora nel mondo della comunicazione lo sa bene, ma non deve essere per forza così. Al contrario, i social possono essere un ottimo strumento per diffondere aggettivi poco usati e per ritrovare, attraverso il linguaggio, le sfumature della realtà.

IL NOSTRO PROCESSO:

Le regole di LinguaLooonga sono rimaste segrete fino all’ultimo: sono stati circa 40 i concorrenti che si sono presentati al punto di raccolta in Loggia dei Trecento verso le 11 del mattino, pronti a partecipare a un secret game, senza altre indicazioni.

Hanno ricevuto una mappa della città con 8 obiettivi caratteristici da fotografare; una volta fotografati, li hanno postati sui Facebook o Instagram trovando per ogni luogo un aggettivo che fosse pertinente ma il più possibile originale. Per ogni aggettivo unico (usato quindi da un solo concorrente) veniva assegnato un punto, mentre una giuria, vocabolario alla mano, si occupava di valutare la pertinenza.

L’hashtag “LinguaLoonga” ha così popolato i social network, raccontando Treviso in modo più ricco e creativo: opulento, scintillante, coriaceo, marmoreo, perentorio…

I più originali hanno ricevuto dei premi offerti da Zanichelli, che non potevano che essere dei dizionari. Da usare, magari, per imparare parole nuove utili alla prossima edizione.

VALORI

SERVIZI

TOP